Al Braglia l’Avellino vuole fare sette.

Attilio-Tesser-Conferenza-AvellinoDomani al Braglia agli ordini del signor Luca Pairetto scenderanno in campo Modena e Avellino. I canarini fra le mura amiche si fanno rispettare infatti dei 24 punti che hanno in classifica, ben 22 li hanno conquistati al Braglia. In undici incontri i canarini hanno pareggiato solo una volta contro lo Spezia, perso tre volte mentre le restanti sette gare le hanno vinte. L’Avellino arriva all’appuntamento contro gli emiliani forte dei sei successi di fila messi in cascina da Castaldo e compagni. Un record non da poco e che vede i baincoverdi nelle condizioni di poter battere il record assoluto di otto vittorie che dura dal 1972 sotto la gestione di Tony Giammarinaro. Quella di domani non sarà uan sfida da prendere sottogamba, bisognerà mettere in campo equilibrio, grinta ma soprattutto non farsi prendere dalla mania di voler sbloccare subito la partita. Tesser potrà contare sui nuovi acquisti e per la prima volta l’Avellino farà a meno di Marcello Trotta. L’Avellino a Modena vuole fare risultato per poi potersi giocare in assoluta tranquillità la supersfida con il Cagliari che sarà anche l’anticipo della 24 esima giornata. Il tecnico di Montebelluna dovrà rinunciare a Mariano Arini e Benjamin Mokulu. Il mediano, infortunato da oltre tre settimane, a questo punto va verso il forfait, mentre l’attaccante, seppur non al meglio, dovrebbe garantire la sua presenza in panchina. Ecco perché, con Ciccio Tavano che sta carburando dopo i guai al retto femorale, diventa fondamentale la presenza di Insigne nelle vesti di potenziale seconda punta già indossate al fianco di Castaldo in occasione del test con la Primavera del Frosinone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.