Contro lo Spezia il presidente Taccone vuole i tre punti.

La designazione di Daniele Chiffi per dirigere Avellino-Spezia non ha fatto fare salti di gioia ai biancoverdi. Il direttore di gara che sarà coadiuvato dagli assistenti Stefano Liberti e Giuseppe Borzomì, quarto uomo Matteo Marchetti di certo non porta bene all’Avellino. Quella di sabato contro lo Spezia è una gara che i biancoverdi devono vincere per poter continaure ancora a credere nella conquista di un posto nei play off. La sconfitta con il Brescia ha complicato le cose in casa Avellino. Il treno per gli spareggi per la massima serie dista ora quattro punti. Davanti ci sono Bari, Spezia ed Entella. L’Avellino dovrà sfruttare al massimo il fattore campo e non concere punti sul terreno amico. Infatti delle prossime quattro gare, tre saranno giocate al Partenio Lombardi. Domani al cospetto dei lupi arriva una formazione che ha conquistato 18 punti nelle ultime otto gare. Alla vigilia della sfida con lo Spezia il presidente Taccone, ha chiesto la vittoria confermando di non essere rimasto contento della prestazione offerta dai biancoverdi contro le rondinelle. Tesser dovrà rinunciare ad Insigne che è squalificato e dovrebbe riprendersi la maglia da titolare Bastien. Le altre novità dovrebbero vedere il rientro di Pisano sulla fascia destra e di D’Angelo in mediana. In difesa conferma per la coppia centrale Biraschi e Jidayi. Lo Spezia verrà ad Avellino per cercare di fare punti e per farlo bisognerà interpretare una partita di grande spessore agonsitico e rimanere come ha detto il tecnico Di Carlo, lucidi fino al triplice fiscio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*