Il dott.Elia Taddeo alla Procura Generale della Corte di Appello di Salerno.

Sono stati nove anni intensi e ricchi di successi professionali. Il magistrato Elia Taddeo lascia la Procura della Repubblica di Avellino per approdare alla Procura generale della corte di Appello di Salerno. L’ultima inchiesta in ordine di tempo è quella clamorosa sull’Acs di Avellino, ma il dottore Taddeo ha diretto altre indagini di grande spessore. Come dimenticare ad esempio, l’inchiesta che portò all’arresto dell’ex prefetto di Avellino, Ennio Blasco? Ed ancora i 28 rinvii a giudizio ottenuti sulla vicenda dell’ex Isochimica? E la maxi inchiesta sulla urbanistica della città di Avellino? Insomma, il magistrato che è originario e vive a Cervinara, ha messo in campo azioni rigorose che hanno fatto luce su scandali,misteri e delitti., non guardando in faccia nessuno ma avendo il codice penale come unico punto di riferimento. Sull’Acs, ad esempio, sembra di essere di fronte solo alla punta di un iceberg, che scavando, potrebbe portare alla luce ancora tanto malaffare negli enti pubblici. Come sete di giustizia c’era per la vicenda dell’ex Isochimica che ora sarà messa, completamente, in luce nel processo. Lo stesso rigore e l’estrema bravura professionale il dottore Taddeo porterà con se a Salerno e la redazione del Tgsei gli porge i migliori auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*