Sabato, 25 Ottobre 2014

MARANATHA'

PRIMA PAGINA

tgseiweb

SWAPO

L'Italia ritieni che sia pronta a fronteggiare le emergenze?

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

La tua email:


Cerca nel sito

CAMPANIA. L’elenco dei candidati alle elezioni europee apre un nuovo fronte polemico nel pd.
, Mercoledì 15 Aprile 2009 - 10:17.
Il partito è giovane, nato da poco ma determinate cose sono un po’ difficile da spiegare e da capire . Stiamo parlando del partito democratico che in Campania sembra avere una linea tutta sua. Ieri la direzione regionale ha approvato l’elenco dei nomi dei candidati alle elezioni europee. Un elenco monco perché mancano due indicazioni che dovranno arrivare da Avellino e Benevento. In tutto i candidati ufficiali che, poi dovranno essere licenziati definitivamente dalla direzione nazionale in programma il 21 di aprile, sono sei. Ci sono i due europarlamentari uscenti, Losco e Pagano, l’assessore regionale alle attività produttive, Andrea Cozzolino, l’ex assessore regionale alla sanità, Angelo Montemarano, la coraggiosa cronista de Il Mattino, Rosaria Capacchione ed il vice presidente della provincia di Salerno Gianni Iuliano. Ma ci sono alcune cose che stridono in modo evidente. Giovedì scorso, il governatore della Campania, Antonio Bassolino ha revocato Montemarano da assessore alla sanità, dicendo che aveva voluto sottrarre la sanità dalla campagna elettorale. Al momento non risulta, però, che Andrea Cozzolino abbia presentato le dimissioni o gli sia stato revocato l’incarico di assessore alle attività produttive e alle politiche agricole. Si tratta di un assessorato importante non meno di quello alla sanità. Senza contare poi che lo scorso anno i colleghi di giunta di Cozzolino, De Luca, Armato ed Amelio, in vista di una candidatura alla camera e al senato, si dimisero da assessori. I primi due sono stati candidati ed eletti ma la terza no. Insomma a Napoli sembra che possa succedere veramente di tutto. Nella rosa dei candidati per alcune ore c’è stato anche il sannita Gino Abbate sino a quando qualcuno non ha scoperto che proviene dall’Uduer di Clemente Mastella e che proprio il suo nome fatto dall’ex guardasigilli come commissario dell’Asi ha portato il leader di Ceppaloni ad essere indagato dai magistrati di Santa MariaCapuavetere. Anche qui non si capisce per quale motivo il nome di Abbate sia stato depennato dalla lista visto che lui non è stato mai indagato. Ma le cose nel pd vanno così. Veltroni voleva un partito liquido, è stato giubilato in nome di un partito strutturato ma facce e nomi sembrano essere sempre uguali, senza che si tenga in nessuno conto l’opinione di iscritti e militanti. .

Le Ultime Notizie in Politica


Retesei - Informazione Sei è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Avellino con il n.272 del 13-10-1990. Società Editrice: Pallotta Group s.r.l.
Direttore Responsabile: Pallotta Pasquale. Retesei è iscritta nel R.O.C. (Registro Operatori della Comunicazione ) al n.7779 del 29-08-2001.
Copyright © 2005 Pallotta Group SRL. Partita Iva: 02172970648