37 enne arrestato per rapina in banca.

I Carabinieri della Compagnia di Baiano, coadiuvati dalla Sezione di Polizia Stradale di Avellino, hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto nei confronti di un pregiudicato 37enne proveniente dall’hinterland napoletano, resosi responsabile di concorso in rapina, resistenza pubblico ufficiale, sequestro di persona e porto abusivo di armi. I fatti risalgono alla rapina consumata giovedì scorso in Montoro, presso la Banca Popolare di Ancona: due malviventi, entrambi con volto travisato ed armati di taglierino si introducevano all’interno dell’istituto di credito dove, constatando la mancata possibilità di apertura della cassaforte dato il sistema temporizzato di sicurezza, rapinavano i due clienti ivi presenti. Ma uno dei due clienti in fila alla cassa è un tutore della legge, un Assistente Capo della Polizia Stradale di Avellino, un uomo che alla violenza è abituato per mestiere, anche se in quel momento si trovava libero dal servizio e voleva trascorrere un normale pomeriggio di vita privata e la famigliare. I rapinatori con poche centinaia di euro scappano via a bordo di un’autovettura parcheggiata nelle vicinanze. Di fronte a tale crimine il poliziotto, consapevole del proprio dovere, in un lampo e senza indugiare, con la propria autovettura si poneva, unitamente all’altro cittadino presente, un commerciante del luogo, all’inseguimento dei malfattori che venivano intercettati poco dopo. Nel frattempo l’appartenente alle Forze dell’Ordine, provvedeva ad avvisare la centrale operativa, che inviava in supporto le pattuglie dei carabinieri presenti in zona nonché della Polizia Stradale. I delinquenti, accortisi di essere seguiti, scendevano dal proprio automezzo e, avvicinatisi alle vittime della rapina, ingaggiavano una colluttazione. Quindi riusciti a divincolarsi, si davano nuovamente alla fuga sempre a bordo della loro autovettura che in seguito abbandonavano poco distante.
Acquisiti i primi elementi informativi, i Carabinieri della Compagnia di Baiano, davano inizio ad una consistente ed incessante attività investigativa che si svolgeva tra le­ province di Avellino e Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*