Cervinara terra di conquista per bande di ladri.

narcotizzatiAgiscono come e quando vogliono perché possono contare su un territorio senza alcun controllo. Se, nella vicina San Martino Valle Caudina, i malviventi, da quando c’è un sistema di videocamere molto efficienti, stanno alla larga, a Cervinara e Rotondi si vive nella paura. L’ultimo furto è avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì in via Pantanari dove i ladri hanno usato del gas narcotizzante.  Ma, la genete si chiede come possano questi ladri agire indisturbati. Le auto delle forze dell’ordine, quando va bene si vedono solo di giorno, appena cala il sole, come per mistero, spariscono. Un fatto che notano i cittadini per bene, figuriamoci i malviventi che sono abituati a tenere tutto sotto controllo. Eppure tutti sanno, che in prossimità delle festività c’è un aumento dei reati predatori, per dirla in burocratese. Solo nei due comuni irpini della Valle questo concetto non è per nulla chiaro. Ed allora controlli zero, posti di blocco non se ne vedono e, come se non bastasse, manca qualsiasi tipo di attività investigativa. Per un paese che conta su un commissariato di polizia e su una caserma dei carabinieri non dovrebbe essere molto complicato individuare una banda di ladri. Non stiamo parlando mica di criminali internazionali ma di qualcosa in più di ruba galline. Basta tenere d’occhio, ad esempio, i bar dove si gioca con i videopoker o i consumatori abituali di cocaina. Come fanno infatti persone senza reddito a giocarsi centinaia di euro nelle macchinette? Purtroppo, i prossimi giorni, non promettono nulla di buono. Questi fatti aumenteranno ed il serio rischio è quello che venga fatto dal male a qualcuno, come è successo a Rotondi. Da mesi cerchiamo di attirare l’attenzione, lanciamo l’allarme, ma sino ad oggi non si è fatto nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.