Joe Ragland prende per mano la Scandone.

alberani raglandJoe Ragland è pronto a prendere per mano la Scandone. Il play torna in Italia dopo le esperienze maturate a Cantù e Milano, dove ha chiuso la regular season al secondo posto nel tiro da tre con il 45.1%. Il direttore sportivo Nicola Alberani ha voluto ringraziare l’ingegner De Cesare che ha compiuto uno sforzo importante con l’ingaggio di un giocatore che puo’ fare la differenza. Ilpiu’ contento dell’arrivo di ragland è naturalmente coach sacripanti che conosce bene il giocatore. ed è stato lo stesso Ragland a ribadire che la presenza di Sacripanti è stata determinante per scegliere Avellino, due anni fa a Cantù, ha detto il play, abbiamo colto molti successi e mi sono divertito molto. Tra l’altro qui ritrovo anche Leunen e Buva e penso che ci sia una struttura di squadra molto solida in cui posso inserirmi bene. Cercherò di portare energia, entusiasmo e mentalità vincente, aiutando la squadra in ogni modo possibile. Inoltre, qui c’è già un playmaker come Green, vi posso assicurare che nel corso degli anni è stato difficile giocare contro Marques. Lo stimo molto, sono contento di essere in squadra con lui perché ho tanto da imparare. Per me non è una novità giocare con due play. Sarà una risorsa per la squadra e insieme possiamo fare tanto. L’obiettivo è comune: inserirsi nella squadra nel miglior modo possibile per aiutarla a vincere le partite”. La Scandoe quindi puo’ guardare con maggiore tranquillità ai prossimi impegni di campionato, anche se troppi punti sono stati lasciati per strada. Il primo obiettivo che Ragland e compagni cercheranno di non farsi sfuggire sono le Final Eight. Un obiettivo ambizioso che significa di non poter piu’ commettere errori di qui alla fine del girone di andata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.