Abusivismo edilizio e lavoratori in nero.

Lavori non autorizzati e operai privi di regolare assunzione: questo è lo scenario emerso da una serie di controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano presso cantieri edili.
Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nel capillare controllo del territorio teso a garantire rispetto della legalità finanche sui luoghi di lavoro, ancora troppo sovente scenari di incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente triste dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto di normative e procedure di sicurezza. Nell’ambito di tali servizi, in Montemiletto e Tufo venivano riscontrati lavori eseguiti in assenza delle necessarie autorizzazioni mentre in Pietradefusi si constatava l’impiego di due operai privi di regolare assunzione. Analoga situazione veniva riscontrata presso un’officina meccanica ubicata in Montefalcione il cui titolare veniva altresì deferito alla Procura della Repubblica di Avellino in quanto ritenuto responsabile di deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi.
Nel corso dei servizi i militari hanno contestato sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 6mila euro ed hanno adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale a carico di un’impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.