Ad Airola una delegazione del Belin con il sindaco di Lalo.

Airola ha accolto, questa mattina, una delegazione, proveniente dal Belin, guidata dal sindaco di Lalo Toviklin William T. Fangbedj. Si tratta di una visita molto importante, in quanto la delegazione è in Italia, da alcuni giorni, per cercare di allacciare rapporti con tutte quelle comunità che stanno accogliendo i loro cittadini. Tra queste, appunto, c’è anche Airola ed il sindaco di Lalo ha voluto ringraziare il suo collega con una targa. Non solo, i due primi cittadini hanno parlato di un argomento molto importante, ossia, della formazione di coloro che trovano rifugio nel nostro paese. Si tende sempre a pensare che, una volta giunti in Italia o in Europa, queste gente non voglia più far ritorno a casa, Non è affatto così e, la presenza del sindaco di Lalo, dimostra proprio il contrario, Il rappresentante del Benin sta cercando di convincere i suoi concittadini a far ritorno nella madre patria. E, grazie agli strumenti, acquisti in Italia, potrebbero essere i protagonisti dello sviluppo del loro paese. Dal caso suo, Michele Napoletano è stato sempre sensibile ai temi dell’immigrazione, Non a caso, Airola, oltre ad accogliere i migranti, ha anche un centro di formazione unico nella Valle Caudina, Napoletano ci ha dichiarato che continuerà nell’impegno della politica di accoglienza, a differenza di altre realtà, ad Airola non si alzano muri , ma si costruiscono ponti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*