Addio a Luigi De Filippo sul palcoscenico fino alla fine. la nota di Franco Petraglia.

Quando si spegne un artista come Luigi De Filippo, se ne va per sempre un’altra possibilità di rendere bella ed entusiasmante l’esistenza. Pensi con quanta bravura e delicatezza sia riuscito a raccontarcela e a farcela entrare nel cuore e nella mente. Ha chiuso la sua vita terrena all’età di 87 anni. Attore, regista e commediografo partenopeo. A soli 21 anni debuttò nella compagnia teatrale paterna. Ultimo erede della storica dinastia, figlio del grande Peppino e nipote di Eduardo e Titina. Fino a metà gennaio era andato in scena con “Natale in casa Cupiello, nel teatro Parioli di Roma, dove aveva recitato steso a letto. E, alla fine, in carrozzella, aveva ringraziato commosso il suo grande pubblico.Il teatro, per Luigi De Filippo, è stato la sua passione. Per questo suo fervido impegno non posso non esprimergli viva riconoscenza e imperituro ricordo. Grazie Maestro, di cuore, per i momenti sereni che ci hai regalato. Voglio dire con il poeta-commediografo greco Menandro:” Sit tibi terra levis.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.