Airola. Michele Napoletano: “Ecco perchè abbiamo abbandonato l’aula”.

“Siamo stufi di comportamenti e condotte che non sono rispettosi del Consiglio comunale nella sua interezza né della cittadinanza che ci onoriamo di rappresentare”. Michele Napoletano, sindaco di Airola, interviene per commentare la decisione assunta unitamente all’intera maggioranza di abbandonare anticipatamente la seduta del Consiglio comunale svoltosi questa mattina. “Abbiamo intrapreso questa iniziativa perchè siamo stufi del fatto che in Consiglio comunale si mantenga un comportamento ed un atteggiamento che sono irrituali. Il consigliere comunale di minoranza Gennaro Falzarano è stato gravemente irrispettoso nei confronti dell’assessore Giulia Abbate e, anche al di fuori di questo grave episodio, ha tenuto una condotta complessiva, pure in quest’occasione, che non si addice ad un rappresentante delle Istituzioni. Per questo, come sindaco, ho chiesto alla mia maggioranza di dare un segnale forte. Non potranno più essere tollerate azioni, come quella posta in essere oggi ai danni del nostro assessore, che sono lesive di un contesto in cui non rappresentiamo noi stessi ma l’intera Città di Airola. Il parlamentino di Airola merita di ritrovare una dignità che sia piena. Siamo stufi di fare brutta figura, anche in considerazione del fatto che, ormai, le dirette web proiettano le sedute anche alla visione dei concittadini che vivono all’estero. Il consigliere Falzarano deve avere nozione del fatto che il contesto consiliare pretende delle regole da rispettare. Spero che questa sia l’ultima volta in cui siamo costretti a fare questo genere di interventi. L’abbandono dall’aula, quindi, ha avuto un significato istituzionale. Non si possono avere comportamenti violenti quando si parla di sicurezza”. Ulteriore chiarimento viene dal sindaco Napoletano rispetto alle attività intraprese “Siamo stati tacciati di non fare nulla in fatto di tutela del territorio quando da parte dell’intera struttura vi è un impegno che è costante e quotidiano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.