Airola, movida sicura: incontro in Comune

Abbiamo registrato grande sostegno da parte degli esercenti che sono coinvolti nella movida cittadina. Lo spirito di collaborazione è assolutamente indispensabile per garantire una vita serena alla nostra Comunità”. Michele Napoletano, sindaco di Airola, interviene all’indomani della tavola rotonda che ha visto coinvolti l’apparato tecnico-politico di Palazzo Montevergine e i titolari di pubblici esercizi che sono principali riferimenti della movida cittadina. Il momento di confronto si è svolto durante lo scorso fine settimana ed è stato convocato proprio per “stringere” maggiormente in tema di sicurezza. “Abbiamo avuto questo momento di riflessione con gli imprenditori del settore – commenta il massimo esponente di Palazzo Montevergine – auspicando di efficientare ancor di più il lavoro che gli stessi stanno effettuando. Abbiamo chiesto loro un ulteriore sforzo, rispetto all’egregio lavoro che già stanno svolgendo, per innalzare gli standard di sicurezza al fine di prevenire disordini e problematiche varie dal punto di vista dell’ordine pubblico. I titolari delle varie attività hanno unanimamente offerto la loro massima disponibilità”. In termini pratici, i vari locali della Airola del divertimento hanno rassicurato circa il rispetto ancor più puntuale che verrà in tema di somministrazione di alcol, con particolare attenzione riservata alla categoria degli “under”. Gli stessi, ancora, hanno garantito massima attenzione circa la disciplina del vetro – come da indicazioni nazionali di pubblica sicurezza, gli avventori non potranno portare all’esterno delle attività involucri se non in recipienti di plastica. “Ci hanno tranquillizzato sul fatto che saranno ancor più rigidi ed attenti nella gestione delle serate. Allo scopo alcuni degli imprenditori – ricorda ancora il Primo Cittadino – si doteranno di personale specializzato in sicurezza e verrà stabilito un contatto diretto con le Forze dell’Ordine. Al primo segnale saranno allertare le divise”. Movida tranquilla: si raffoza, quindi, il patto tra Ente, esercenti e protagonisti della vita notturna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.