Al via le grandi manovre in vista delle elezioni.

san-martino-valle-caudina-817x404_cLe elezioni sembrano abbastanza lontane ma, per vincere, bisogna approntare in tempo una squadra credibile, con un programma chiaro ed una guida sicura. A San Martino Valle Caudina, si comincia a lavorare verso l’appuntamento elettorale del prossimo mese di maggio. Una scadenza importante perché terminano i dieci anni di sindacato di Pasquale Ricci ed allora si apre, da una parte la corsa alla successione, dall’altra la possibilità di ricambio al comune. Almeno, ufficialmente, sono in due a voler raccogliere il testimone di Ricci. Si tratta del suo vice Francesco Sorrentino e del consigliere delegato Erminio Petecca. Entrambi del partito democratico, sono intenzionati a costruire una alleanza di centro sinistra. Ancora non si sa se il sindaco uscente sia interessato o meno ad una candidatura come consigliere. E, non è ancora chiaro, se, come spesso avviene, tra i due litiganti ne possa godere il terzo. Il fronte alternativo a Ricci e all’attuale amministrazione, invece,si riunisce questa sera ma sembra abbastanza difficile che ne possa venire fuori il candidato sindaco. E’ un fronte abbastanza eterogeneo che va dal Sel a Forza Italia, con nucleo centrale i consiglieri comunali centristi, ex Udc. Salvo clamorose novità, sembra difficile che questa sera possa essere individuato il candidato primo cittadino, anche perché, sono in tanti ad aspirare. E’ importante fare sintesi e soprattutto individuare la persona giusta, quindi, in questo caso il tempo può essere d’aiuto ma non bisogna commettere l’errore di arrivare all’ultimo minuto utile. In questo caso la gente non capirebbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*