Al Via Piano Periferie: Benevento non c’e’.

Il presidente del Consiglio dei ministri ha dato il via all’operatività del Piano di riqualificazione delle periferie con la sottoscrizione delle convenzioni con i sindaci dei primi 24 Comuni in graduatoria. C’erano Napoli, Salerno ed anche Avellino. Benevento non c’era. Non c’era, perché gli ultimi restano ultimi e Benevento lo è: era e resta in fondo alla graduatoria. L’avvio dell’operatività del Piano ha mostrato con tutta evidenza la povertà qualitativa della proposta progettuale dell’Amministrazione Mastella. Sul piano finanziario, affermare che ci sono le coperture per le proposte di tutti i Comuni è meramente consolatorio, perché i tempi contano e finora sono stati mobilitati risorse reali per 500 milioni di euro solo per i primi 24 Comuni. Insomma, c’è tempo affinché progetti già nati vecchi diventino vetusti. Per il movimento Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Benevento la questione fondamentale è la finalizzazione delle risorse, capaci o meno di innescare meccanismi reali di riqualificazione, crescita e occupazione. Da questo punto di vista la proposta della giunta Mastella è un’occasione persa, perché è datata, raffazzonata e priva di un’idea di città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.