Alfano, niente taglio per 23 prefetture.

angelino-alfanoOra è ufficiale: nessun taglio per le 23 prefetture che il Governo intendeva sopprimere. In questo particolare momento costituiscono un presidio di sicurezza “fondamentale” per i cittadini, dice il ministro dell’Interno Angelino Alfano. E il capo della Polizia, Alessandro Pansa, gli fa eco: “di fronte alle perplessità che emergono dai vari confronti, è meglio non innescare il processo di modifica dell’assetto organizzativo del territorio” proprio adesso; e dunque, “il Governo ha deciso di ripensarci”. Già nei giorni scorsi era trapelato l’orientamento dell’esecutivo: con il passaggio della legge di Stabilita’ alla Camera sono stati presentati due diversi emendamenti, uno di iniziativa del Governo, l’altro di diversi parlamentari del Partito democratico, proprio con l’obiettivo di salvare le Prefetture dalla scure imminente dei tagli – il primo rinviandoli, il secondo stoppandoli definitivamente, come chiede oggi uno dei relatori della legge di Stabilità, Fabio Melilli, del Pd – nel nome della sicurezza dei cittadini. Oggi, dallo stesso ministro Alfano, la conferma che le Prefetture sono salve: “Ho presentato un emendamento alla Legge di Stabilità del 2016 perché le Prefetture restino, tutte, a presidio dei territori come antenne dello Stato in questo particolare momento in cui la loro presenza capillare è fondamentale per i cittadini in termini di sicurezza e di garanzie sociali. L’emendamento da me proposto ha lo scopo di organizzare al meglio la loro presenza sul territorio, armonizzandola con le disposizioni previste dalla cosiddetta legge Madia, e ha già ricevuto il parere favorevole del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Ministero dell’Economia e delle Finanze”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*