Amarezza nel cuore per un’altra edicola che chiude. La nota di Franco Petraglia.

Un’altra saracinesca che si abbassa a Cervinara. Chiude i battenti la storica edicola della Via Trescine. La vendita dei giornali, riferisce la gentile signorina Anna Maria Ruggiero, cesserà da domenica 28 maggio corrente. Ho tanta amarezza nel cuore per il fatto che si sia interrotto un rapporto quotidiano simbiotico tra noi lettori e la sempre disponibile e leggiadra titolare. L’altro sconforto che pervade il mio animo è la crisi dell’editoria con il calo delle vendite dei giornali. In Italia, nel triennio 2014/2017, sono state chiuse circa diecimila edicole per motivi economici. Questo triste dato oggettivo non può non impoverire la vita dei cittadini e la qualità di una città. Vorrei tanto che il governo facesse qualcosa per aiutare questa categoria in situazione difficile. Voglio solo ricordare che Hegel diceva:” La lettura dei giornali quotidiani, preghiera dell’uomo laico”. Aristotele credeva persino che la letteratura avesse effetti di guarigione e gli antichi riconobbero l’esistenza di un rapporto tra medicina e lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*