Ambiente: Bonavitacola, strategia per difendere territorio

Dobbiamo dare una strategia all’esercito di operai forestali, personale regionale e associazioni di volontariato al programma di manutenzione e difesa dell’assetto idrogeologico in un territorio fragile contro cui, come accaduto l’estate scorsa con gli incendi nel parco del Vesuvio, si accaniscono anche preordinati comportamenti criminali. Lo ha detto il vice-presidente della giunta regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola, intervenendo ad Avellino al convegno sul dissesto idrogeologico e la pianificazione comunale di protezione Civile, promosso dalla Prefettura e dal Genio Civile. Bonavitacola, che ha anche la delega all’Ambiente, nel sollecitare tutti i protagonisti ad uscire dal proprio orticello istituzionale per stabilire forti sinergie e collaborazioni, ha ribadito la decisione della Regione Campania di destinare alla provincia di Avellino 36 milioni per interventi di manutenzione, dei 150 previsti in origine dal patto per il Sud e di investire 30 milioni, che non incideranno sul finanziamento delle nuove opere, per interventi urgenti di manutenzione sull’ intero territorio regionale. Bonavitacola ha anche affrontato il tema dell’emergenza idrica, nella provincia che custodisce uno tra i primi bacini imbriferi d’Europa. Abbiamo intanto invitati i sindaci ha detto il vice-presidente della Campania- ad attrezzare pozzi inutilizzati e a lavorare per connettere il territorio alle reti di grande adduzione. Sul contrasto alla dispersione idrica, che sfiora la quota del 50% dell’acqua immessa in rete, Bonavitacola ha precisato: Abbiamo messo a punto un programma impegnativo che ha destinato 6 milioni agli interventi di emergenza, che consentiranno di integrare le risorse che si perdono nel breve periodo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*