Amianto:Isochimica,processo trasferito in aula bunker Napoli

Si trasferisce a Napoli il processo sull’Isochimica di Avellino, dove le carrozze ferroviarie venivano separare dall’amianto. A conclusione della udienza svoltasi oggi presso il tribunale del capoluogo irpino, la presidente del collegio, Sonia Matarazzo, giudici a latere, Gennaro Lezzi e Pierpaolo Calabrese, ha comunicato la decisione alle parti, motivandola con le difficoltà logistiche e gli spazi insufficienti dell’aula nella quale si svolge il processo, nel quale compaiono centinaia di parti civili e decine di avvocati. Il problema era stato sollevato nelle precedenti udienze dal Procuratore capo di Avellino, Rosario Cantelmo, il magistrato che aveva chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio per 26 imputati accusati, a vario titolo, di omicidio colposo plurimo, lesioni dolose, concorso in disastro ambientale e omissioni di atti di ufficio. I tentativi per individuare sedi alternative e far restare il processo ad Avellino, si sono conclusi con un nulla di fatto. Le possibili sedi individuate da una commissione presieduta dal Prefetto di Avellino, Carlo Sessa, nell’ordine il Centro sociale “Samantha Della Porta” e il salone delle assemblee della Bper, non sono risultate idonee e attrezzate. La prossima udienza, fissata per il 26 maggio, si svolgerà nell’aula bunker del Tribunale di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*