Angoscia e rabbia per Kaos, il cane eroe barbaramente ucciso. La nota di Franco Petraglia.

Non riesco a darmi pace , in qualità di animalista e amante dei cani,per la morte del cane eroe Kaos, barbaramente e vigliaccamente avvelenato a pochi chilometri dall’Aquila. Un gesto disumano, incivile e inqualificabile. La povera bestia, dopo aver salvato tante vite umane, si vede ripagare con questo gesto orribile. Posso comprendere il pianto incontenibile dell’addestratore che ha trovato il suo caro amico morto nel giardino di casa. Mi auguro, dopo questo vergognoso caso, che i nostri parlamentari inaspriscano le pene per chi si macchia di questi atroci delitti :imperdonabili e inconcepibili. Non hanno diritto a scusanti culturali o antropologiche. Lorenz Konrad diceva: “Non c’è patto che non sia stato rotto, non c’è fedeltà che non sia stata tradita, fuorchè quello di un cane veramente fedele”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.