Con il nuovo anno scolastico debutta il ‘maestro digitale’

Imparare la matematica e a riconoscere gli odori grazie a un ‘maestro’ digitale, basato sull’intelligenza artificiale: debutta con il nuovo anno in Campania, Lazio e Trentino Alto Adige. Il tutor digitale è stato sviluppato nell’ambito del progetto ”Inf@nzia Digitales 3.6”, che sarà presentato alla Fiera della Tecnologia di Shanghai in programma da giovedì 21 a sabato 23 aprile. Finanziato dal programma PON-Smart Cities for Social Inclusion del ministero dell’università e Ricerca, il progetto è coordinato dall’azienda Engineering, e vi partecipano il laboratorio per la Cognizione Naturale e Artificiale (Nac) dell’università Federico II di Napoli, le università di Salerno e Trento, università Sapienza di Roma. Il ‘maestro digitale’ fa da tutor ai bambini e collabora con gli insegnati in alcune attività come ‘Block Magic’ e ‘Sniff’, sviluppati in particolare dal Nac. Entrambi ispirati ai sistemi della Montessori, sono rispettivamente la versione tecnologicamente aggiornata dei tradizionali blocchi logici e un gioco per riconoscere gli odori. Composto da blocchi di forme e colori diversi dotati di sensori, Block Magic, spiega la ricercatrice Michela Ponticorvo, sfrutta l’intelligenza artificiale per proporre esercizi di matematica e logica. I sensori trasmettono le informazioni a un computer che dice al bambino se sta facendo bene o male l’esercizio. Inoltre il sistema è in grado di valutare l’attività e dare un voto. In un modo simile, Sniff invece allena l’olfatto. Le ampolline con le essenze sono dotate di sensori e i bambini devono associarle a frutta e fiori disegnati su una tavoletta. ”Puntiamo a rivitalizzare per mezzo di tecnologie non invasive &ndash spiega Orazio Miglino, direttore del Nac – i principi montessoriani della prima metà del Novecento. Con la realtà aumentata e l’intelligenza artificiale abbiamo a che fare con oggetti intelligenti, la nostra sfida è adeguare i processi di insegnamento e apprendimento a queste nuove tecnologie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*