Appello disperato di un lavoratore forestale senza stipendio da 32 mesi

comunita' montana ufitaIo sottoscritto Granato Francesco dipendente di questo ente chiede un vostro intervento perche mi trovo in una situazione molto drammatica e disperata sono padre di tre figli tutti invalidi tra cui uno è autistico grave, detto questo sono circa 32 mesi che non percepisco gli stipendi e nessuna tutela del lavoratore. Ho minacciato di atti di suicidio e i carabinieri della compania di Ariano Irpino mi hanno fatto desistere da gesti estremi. Detto questo, dopo varie denunce ai carabinieri che devo ringraziare molto che mi stanno vicino e cercano di darmi una mano, ho fatto molte richieste di aiuto a tutti gli uffici competenti e non ho avuto nessun intervento e nessuna risposta alla mia richiesta legittima cioè gli stipendi, gli assegni famigliari, il t.f.r.. Detto questo il paradosso è che la Comunita’ Montana Valle Ufita ha cominciato a pagare le ditte, i fornitori, gli impiegati e gli stipendi agli operai come me a tempo indeterminato ma non a me ed altri circa 10 operai che siamo rimasti fuori dai pagamenti. Io piu volte sono andato a chiedere delle spiegazioni insieme ai miei collegi ci è stato detto che tutto questo è la colpa dei nostri avvocati che hanno presentato atti inguntivi per ottenere i pagamenti. Io mi sento un padre fallito perche non ho soldi neanche per comprare un chilo di pane e fra poco mi staccheranno la corrente e il gas, e mi metteranno il pignoramento della mia casa per mancato pagamento delle rate dei mobili, e dei mutui che ho fatto. Devo dire che chi mi sta dando una mano oltre ai carabinieri,  la caritas, ed alcuni amici, ed un supermercato dove mi fanno fare la spesa e quando mi pagheranno io li pagherò. Con tutti i debiti che ho fatto per andare avanti non riesco piu a dormire, non so piu che cosa devo fare non so piu a chi mandare le mie richieste di aiuto, vi prego aiutatemi prima che succeda qualcosa di grave grazie e scusatemi di queste mie parole che sono un grido di aiuto. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*