Arcivescovo Accrocca vuole contezza dei beni della chiesa beneventana. Terremoto in vista?

L’arcivescovo di Benevento Felice Accrocca ha revocato “qualsiasi delega universale o particolare, procura speciale o mandato ad agire in nome e per conto dell’ente Arcidiocesi di Benevento nell’amministrazione e/o gestione dei beni mobili ed immobili appartenenti al medesimo ente”.
Al centro della decisione “la necessità di garantire omogeneità amministrativa e gestionale del patrimonio ecclesiastico in conformità con quanto disciplinato dal diritto canonico (can. 1284 CIC), nonché di espletare un inventario del patrimonio mobiliare e immobiliare dell’Ente Arcidiocesi di Benevento. In pratica l’Arcivescovo Accrocca vuole avere contezza dei beni della Chiesa beneventana.C’è inoltre, la necessità di avere una generale e dettagliata situazione delle attività in essere, in proprio o delegate a terzi, connesse al patrimonio diocesano ed al fine di programmare una correlata attività organizzativa. Per questo motivo l’arcivescovo ha revocato in forma generale “qualsiasi delega universale o particolare, procura speciale o mandato tum ad actum tum ad universitatem casum
conferiti, a qualsiasi titolo, a persone o rappresentanti di uffici precedentemente autorizzati ad agire in nome e per conto dell’Ente Arcidiocesi di Benevento nell’amministrazione e/o gestione dei beni ecclesiastici appartenenti al medesimo Ente, fermo restando quanto disposto dal can. 494 § 3 CIC”.
L’arcidiocesi informa ancora che “a partire dalla data di notifica del presente Atto, tutti coloro che abbiano ricevuto incarichi di qualsiasi natura, professionale o personale, aventi ad oggetto diritti, beni e interessi dell’Arcidiocesi di Benevento, sono tenuti, qualora interessati, a presentare domanda di conferma, presso l’ufficio Economato diocesano, per la prosecuzione di ogni singola attività in atto, svolta nell’interesse dell’Ente Ecclesiastico, precisandone la natura stessa e ferma restante la discrezionalità dell’Ente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*