Ariano Irpino, il sindaco e la giunta tracciano un bilancio di 15 mesi di governo della citta’.

gambacorta e giunta arianoIl sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta con i componenti della giunta ha tracciato un bilancio di quindici mesi di attività amministrativa a palazzo di città su lavori pubblici, scuola, centro storico e decoro urbano, ambiente e difesa del suolo, strutture sportive, politiche sociali, giovanili e occupazione, attività produttive, politiche fiscali, cultura e spettacolo. “Abbiamo rimesso in moto una Città che era ferma. Al mio insediamento, esattamente un anno fa, il 29 giugno 2014, affermai che avrei lavorato con massimo impegno per  il rilancio di Ariano, cercando di recuperare in primis la fiducia nelle istituzioni che negli ultimi tempi era venuta meno. E’ proprio per questa ragione che allo scadere del primo anno di Amministrazione abbiamo voluto “rendicontare” le cose fatte e quelle avviate e ancora in itinere. Questa pubblicazione vuole essere un mezzo diretto di comunicazione istituzionale per raccontare con trasparenza ed onestà l’attività portata avanti per “riaccendere i motori” e restituire servizi, efficienza, vivibilità. Con il massimo impegno stiamo cercando di onorare il nostro Patto con la Città. Nonostante una situazione difficile: un Ente quasi in default, Patto di Stabilità a rischio sforamento, opere pubbliche ferme, imprese appaltatrici che avevano consistenti crediti con l’Ente, in qualche caso a rischio fallimento, rapporti incrinati con diversi Enti, dialogo interrotto con le Associazioni, ci siamo rimboccati le maniche e a tali problemi abbiamo cercato di dare una soluzione. Con l’aiuto degli Uffici abbiamo lavorato per sbloccare una serie di procedure e di opere, al fine di liquidare gli stati di avanzamento per dare ossigeno alle imprese. Di pari passo, ci siamo attivati per contenere la spesa, per semplificare alcuni iter utili a facilitare lo sviluppo e per recuperare risorse, riprendendo progetti e finanziamenti bloccati. Il 31 dicembre il Comune di Ariano ha incassato dalla Regione Campania, con uno sprint irripetibile, quattro decreti per un totale di 2,7 milioni di euro. E poi c’è lo straordinario traguardo del Contratto di Quartiere Martiri II. Risultati importanti sono stati raggiunti anche sul fronte della raccolta differenziata dei rifiuti con l’estensione del “sistema porta a porta”. Ci siamo impegnati, altresì, a ricucire tutti i rapporti istituzionali e a ridare ad Ariano quel ruolo di comune propulsore e capofila di iniziative, mostrato sensibilità verso le Associazioni con la disponibilità all’ascolto e alla collaborazione. Tutto ciò con l’obiettivo di far ritornare Ariano una Città coinvolgente e vitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*