Arrestato spacciatore e sequestrata droga a 5 studenti.

4 1 2 3Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Avellino, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montella hanno effettuato mirati controlli nei pressi delle scuole e dei luoghi di maggiore ritrovo per gli adolescenti di Montella, per la lotta a quella deplorevole piaga rappresentata dal traffico di stupefacenti, specialmente tra le fasce della popolazione giovanile. Dopo i 6 giovani che pochi giorni fa sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana e segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori, i Carabinieri di Montella hanno arrestato lo spacciatore, un 40enne nativo di Caserta ma da tempo residente a Montella. In particolare, nella giornata di ieri, nel contesto di specifici servizi sono stati individuati 5 studenti, di età compresa tra 16 e 20 anni residenti in Montella, Bagnoli e Nusco, presumibile acquirenti dell’arrestato. Gli stessi, all’uscita dalle scuole, nei pressi delle fermate degli autobus, nel corso di controlli sono stati trovati in possesso di alcune dosi di hashish e di spinelli di marijuana già confezionati. Per i 5 ragazzi è scattata dunque la segnalazione all’Autorità Amministrativa ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 1990, n.309. La conseguente attività d’indagine ha avvalorato le ipotesi che il presunto spacciatore potesse identificarsi nel citato 40enne. Infatti, a seguito di servizi d’osservazione, pedinamento e controllo che si concludevano nella serata di ieri, si addiveniva all’individuazione del sospettato spacciatore. Lo stesso veniva quindi bloccato e perquisito. All’interno dell’autovettura, ben occultato nel cruscotto, si rinvenivano circa 10 gr. hashish. La medesima operazione veniva quindi estesa anche al domicilio dove, nella camera da letto, dietro il cassetto del comodino, lo spacciatore celava altri 30 gr. di hashish, alcune dosi di cocaina e circa 2 gr. di crack, anche questa suddivisa in dosi da 0,2 gr. In un ripostiglio attiguo alla cucina, ben nascosti tra i barattoli delle conserve, è stato altresì rinvenuto un bilancino di precisione ed un coltello per il taglio in dosi dell’hashish. Avvolti in una bustina di cellophane di quelle utilizzate per alimenti, anche 250 euro in banconote di vario taglio (20, 10 e 5 euro). Tale somma si presume possa essere il provento della precedente attività di spaccio. Alla luce delle evidenze emerse, l’uomo veniva tratto in arresto in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio da celebrarsi con la formula del rito direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.