Asl Avellino potenziate le cure domiciliari

assistenza-domiciliareIl potenziamento delle cure domiciliari ha costituito, da sempre, obiettivo prioritario dell’ASL Avellino; nell’ultimo periodo, infatti, sono stati raggiunti obiettivi di efficacia ed efficienza inimmaginabili in così breve tempo. Come ormai è conoscenza di tutti, le cure domiciliari consistono in trattamenti medici, infermieristici, riabilitativi, prestati da personale qualificato per la cura e l’assistenza alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità, con patologie in atto o esiti delle stesse, per stabilizzare il quadro clinico, limitare il declino funzionale e migliorare la qualità della vita quotidiana non solo del paziente ma anche delle loro famiglie. Negli ultimi due anni le cure domiciliari nel nostro territorio provinciale hanno raggiunto dei livelli di qualità soddisfacenti in seguito alle azioni messe in atto dalla Direzione Strategica guidata dal Commissario Straordinario dott. Mario Nicola Vittorio Ferrante con la collaborazione del Direttore delle cure domiciliari dell’ASL dott.ssa Anna Marro e legati, soprattutto, alla riorganizzazione del servizio e la connessa implementazione della presa in carico dei pazienti nei diversi setting assistenziali (cure domiciliari di I, II, III livello e cure palliative), l’integrazione su tutto il territorio con i servizi sociali e la realizzazione di una idonea informatizzazione. Per quanto riguarda la presa in carico delle persone anziani ultrasessantacinquenni nell’ASL Avellino, che secondo gli standard definiti dal Ministero della Salute deve essere uguale o superiore al 4%, essa è stata notevolmente incrementata. Significativo è, infatti, il confronto tra il periodo che va da gennaio a settembre 2015 rispetto allo stesso periodo nell’anno 2014: si è passati dal 2,5% del 2014 al 3,3% del 2015. Sicuramente alla fine di quest’anno l’ASL Avellino riuscirà a raggiungere lo standard di presa in carico previsto dal Ministero della Salute, riuscendo a garantire i livelli di assistenza in questo settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*