Assolto imprenditore di Roccabascerana accusato di aver realizzato una discarica.

Nel suo terreno avevano ritrovato di tutto, materiali di risulta del tipo edile, pezzi di servizi igienici, calcinacci, residui di mattoni e persino un mezzo meccanico abbandonato. Tutto ciò nel cuore verde dell’ Irpinia, tra piante di nocciole ed uliveti. Uno spettacolo deprimente quello che si presentava alla vista dei Carabinieri della locale Stazione che, in data 25 Novembre 2013, coadiuvati dal personale dell’ARPAC di Avellino, procedevano al sequestro di una vasta area agricola sita nel Comune di Roccabascerana di proprietà di un imprenditore del posto, P. C., cinquantunenne, che veniva immediatamente denunciato con la grave accusa di aver realizzato e gestito una vera e propria discarica abusiva. Al sopralluogo, unitamente ai Carabinieri ed agli ingegneri dell’ARPAC, partecipavano anche il Comandante della locale Polizia Municipale ed il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale del Comune di Roccabascerana. Nella giornata di ieri l’imprenditore irpino, difeso dall’avvocato Rolando Iorio, è stato assolto con formula piena dal Tribunale di Avellino, dopo ben 7 udienze penali, “per non aver commesso il fatto”. Contro di lui sono praticamente cadute, una dopo l’altra, tutte le prove che lo vedevano responsabile di quanto rinvenuto nel suo terreno che, pertanto, è stato anche immediatamente dissequestrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*