Attività di formazione e sensibilizzazione sul consumo degli olii

Si è tenuta per la prima volta nella provincia di Avellino, presso l’istituto onnicomprensivo di Roccabascerana, l’attività di formazione e sensibilizzazione sul consumo degli olii; l’olio extra vergine d’oliva da sempre perno delle produzioni locali e della dieta mediterranea, continuamente minacciato da prodotti di più svariata provenienza. Questa, una delle battaglie portate avanti con forza e determinazione da Aprol Campania, e Coldiretti. L’azione è mirata alla educazione delle nuove generazioni a partire dall’infanzia: di fatto si è così svolta la mattinata di gioco-formazione, in primis la Fatina dell’olio ha raccontato ai piccini della scuola dell’infanzia di Roccabascerana la storia della nascita dell’olio d’oliva extravergine, si è poi andati avanti con i bambini della scuola primaria. Con loro si sono comparati i diversi oli, per le diverse caratteristiche e tutti i bambini hanno individuato prontamente “l’olio Buono”, quello locale, con olive di origine locale! Infine tutti i piccoli hanno ritirato l’attestato di piccoli assaggiatori. All’evento hanno preso parte, la delegata giovani impresa Avellino e imprenditrice agricola locale, titolare dell’agriturismo omonimo, Veronica Barbati, il presidente di Aprol Campania e Coldiretti Avellino Francesco Acampora, il vice presidente Aprol Campania, Angelo Petolicchio, le nutrizioniste e biologhe di Aprol insieme alle insegnanti. Tanti gli spunti progettuali, sulla buona scuola e sulle sinergie da mettere in campo nel futuro per valorizzare sempre più e meglio le nostre produzioni, ed il nostro Made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*