Atto di Consacrazione a Nostra Signora del Castagno che si venera a Cervinara

Ave Maria, Madre del Signore e Madre nostra dolcissima,
Tu sei l’Onore del nostro popolo e il finale trionfo sul male.
In questo Centenario delle Tue apparizioni in Fatima,
nel mentre le comunità grandi e piccole non resistono più,
noi Consacriamo al Tuo Cuore Immacolato la nostra amata Città di Cervinara,
la sua terra, i suoi figli qui presenti, le famiglie, i bambini, i tanti anziani
e ammalati, particolarmente i giovani che nel mare della vita cercano,
non un miraggio di felicità, ma un senso vero e pieno che non li deluda mai
e, infine, i nostri concittadini emigrati in terre lontane,
tra mille sacrifici e disagi, alla ricerca di un avvenire prospero e sereno.
Oggi, poniamo i nostri cuori nel Tuo Cuore, o Madre della Salvezza.
Il ricco patrimonio storico, culturale e religioso, nonostante l’incerto futuro,
ci rende fieri delle nostre radici e fiduciosi nel Tuo materno soccorso.
Mentre la bellezza delle nostre splendide montagne, con le vivaci sorgenti,
dal Partenio al Taburno, ci stringe in un tenero abbraccio,
in questa fertile Valle Caudina, rendici capaci, Regina del Santo Rosario,
di custodire la testimonianza di fede e tenace operosità dei nostri padri.
Il castello medievale, il palazzo marchesale, le tante chiese,
le molteplici voci di un glorioso passato raccontano al cuore
la nostra intensa religiosità, segnata da indelebile devozione mariana,
diffusa dalle tante immagini e dai tanti santuari rupestri,
cittadini e campestri, che ancora narrano le Tue glorie o Maria,
in questa nobile, laboriosa, antica e amata terra nostra.
Mamma e Regina di Cervinara mostra la forza del Tuo manto protettore
in quest’ora cruciale della storia e muovici
ad un sincero cammino di conversione che ci conduca fino a Dio.
Regina della Pace, fa’ che sperimentiamo la convivialità delle differenze,
nelle tante contrade del nostro paese,
per il trionfo di una gioiosa armonia di Fede, Speranza e Amore,
per rendere, insieme a Te o Madre, lode sincera e duratura
al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Amen.

Mons. Pasquale Maria Mainolfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*