Audax Cervinara: dobbiamo riprovarci! La nota di Guido Silietti.

Dopo un sogno che sembrava intramontabile,ci siamo svegliati con un’amara sorpresa:l’addio di mister Ferraro.Un addio che ha scosso tutti,un addio che ha rimasto tutti a bocca aperta,un addio però che è stato subito dimenticato grazie all’arrivo del nuovo tecnico,Pasquale Iuliano. Una scelta,quella del Cervinara, condivisa da gran parte dei tifosi visti i risultati di Iuliano con le giovanili dell’Avellino. Iuliano è sicuramente un profilo adatto per questa squadra che,a mio parere,ha bisogno di Cervinaresi per continuare uno dei percorsi più belli della nostra storia calcistica.Oltre all’arrivo del nuovo mister,il Presidente Ricci,insieme ai suoi soci,ha iniziato a confermare gran parte della rosa.I primi a rinnovare sono stati:Stefano Furno(difensore), Mariano Clemente(difensore),Giulio Fusco (centrocampista) e Marco Colarusso (centrocampista).In seguito però ci sono stati 3 addii pesanti per il Cervo,ossia,quelli dei due pilastri difensivi Pepe e Calabrese e quello di Saginario che si è accasato,proprio insieme a Pepe,alla Sarnese.Dopo questi addii serviva una scossa per far ritornare il sorriso sulla faccia dei tifosi cervinaresi ed ecco arrivare,forse,le riconferme più attese.Nei giorni scorsi infatti hanno firmato il bomber Alessio Befi,la lince Diego Zerillo e il forte esterno d’attacco Orlando Russolillo. Ora l’Audax è pronto ad allestire nuovamente una rosa che possa far divertire tutti nel prossimo campionato di Eccellenza;i reparti che bisognerà rinforzare sono soprattutto quello difensivo e quello di centrocampo dove servono almeno due giocatori di spessore e di categoria per colmare il vuoto lasciato da Pepe,Calabrese e Saginario. Secondo me,quest’anno l’Audax non avrà le stesse possibilità di rifare ciò che abbiamo visto l’anno scorso,ma facendo una squadra che può sempre lottare per le prime posizioni e con l’aiuto di tutti i cervinaresi possiamo veramente riprovarci perchè quel maledetto 10 Giugno è in debito con noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*