Audax Cervinara in trasferta a Santa Maria Cilento

L’impegno è di quello che fanno tremare i polsi. La doppia trasferta consecutiva del Cervinara, che il calendario prevede, parte dallo scontro con la forte e ambiziosa Santa Maria Cilento. I cilentani sono primi in classifica anche se hanno giocato una partita in più rispetto al Cervinara, che come è noto deve recuperare quella con l’Agropoli, e ovviamente vogliono rimanerci. Sono tornati in Eccellenza dopo un anno di purgatorio in Promozione, sotto la guida dell’esperto e titolato mister Egidio Pirozzi e con l’allestimento di una squadra competitiva dove spiccano il portiere Spicuzza e l’attaccante Tiboni. Ci vuole quindi il miglior Cervinara, concentrato, accorto e propositivo per puntare ad un risultato positivo. La squadra caudina possiede le armi per far male, deve trovare maggiore lucidità sotto porta, spesso è l’ultimo passaggio quello che manca, e poi cercare di tirare in porta con maggiore frequenza. C’è la tegola Krivca a cui far fronte, severo il giudizio del giudice sportivo dopo il referto arbitrale che non sarà stato certamente tenero nei confronti del giovane calciatore di origini albanesi. Il suo caratterino vivace ancora una volta mette nei guai il Cervinara, tra l’altro il suo esordio in campionato con il Faiano era stato positivo, anche in rete e poi la meritata espulsione. Tre giornate di stop che costringono mister Iuliano di rivedere le sue cose, e non è escluso che la formazione torni quella iniziale. Tutte le decisioni ruotano intorno agli under. Se in porta viene confermato il giovane Stasi, classe 2001, a centrocampo potrebbe esserci anche Calandrelli, ma se tra i pali torna Napolitano, classe 2000, in mezzo al campo tornerebbe Luca Casale. Appare certo che Iaquinto si riprende il suo posto di terzino, mentre sempre a centrocampo potrebbe partire Brogna dal primo minuto con Ricci pronto a subentrare. Difficile che in avanti, almeno inizialmente si rinunci a Russolillo sulla destra e a Zerillo a sinistra. Per dare maggiore copertura potrebbe esserci il 4-3-3 con Befi punta centrale. Non sarà facile il compito neanche dei due centrali, Ciampi e Taddeo avranno il compito di arginare i cilentani e rilanciare in avanti puntando sulla velocità di Russolillo. C’è pure la carta Varriale che Iuliano potrebbe giocarsi, trequartista dietro a Befi potrebbe essere una soluzione. Ma come al solito nulla trapela dalla bocca ermetica di mister Iuliano. Intanto si conosce l’arbitro, arriva da Trapani, è il sig. Roberto Salvatore D’angelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.