Audax Cervinara. Sabato la Festa per l’Eccellenza.

Sono giorni di festa per il Cervinara, sabato sera in Villa Comunale ci sarà il brindisi con la città per la conquista dell’Eccellenza, giovedì della prossima settimana poi la chiusura della stagione con l’amichevole di lusso con l’Avellino. Dopo si incomincerà a pensare alla prossima stagione cercando di non perdere tempo e fare le cose con calma e riflessione. Una dato certo comunque già c’è, il Cervinara riparte da Andrea Ciaramella, il condottiero subentrato in panchina che in undici gare ha concretizzato un sogno che per i caudini sembrava ormai svanito. L’intesa tra il presidente Ricci ed il tecnico Ciaramella è nei fatti, le parole di reciproca stima sono il chiaro segnale che il rapporto tra i due è destinato a continuare. Del resto entrambi hanno le idee chiare, entrambi hanno tessuto le lodi dei giocatori che hanno a disposizione, conferma che il Cervinara ripartirà per l’Eccellenza con le ide chiare, mantenendo intatta l’attuale ossatura della squadra. La maggior parte dei calciatori dovrebbe rimanere, certamente arriverà qualche pedina con una consolidata esperienza in Eccellenza. Ci sentiamo di poter dire che tre elementi arriveranno di sicuro, un portiere di categoria, un centrocampista e una punta almeno da quindici gol. In questo caso il sogno mai nascosto per i tifosi cervinaresi è quello di rivedere con la casacca biancoazzurra Alessio Befi. Cervinarese doc, all’attuale bomber del Montesarchio ha un mercato da far paura, richiesto da diverse società anche di categoria superiore a “toro scatenato” non si possono frenare le giuste ambizioni. Comunque mai dire mai. Il punto certo è la difesa, l’accoppiata Simone Cioffi-Pepe è invidiata da tanti club, De Feo voluto da Ciaramella è una certezza, mentre Pace rilanciata dal tecnico sannita è certamente una valida pedina. A centrocampo la conferma di Santosuosso sarebbe indispensabile, come del resto quella di Saginario ormai pronto per un palcoscenico come l’Eccellenza. A furor di popolo la conferma di Conteh, il giovane calciatore di colore che a Cervinara ha trovato l’ambiente ideale per esplodere e dove lui dice di trovarsi tanto bene. Pedina importante è anche Walter Russo, con il suo recupero fisico il Cervinara aggiunge un’altra freccia al suo arco. Fondamentale anche Russolillo, il giocatore che spacca le difese. Appare certa anche la conferma di Pignalosa a cui il tecnico Ciaramella tiene molto e al quale non vuole rinunciare visto la sue capacità di interpretare bene gli schemi tattici del tecnico cervinarese. Per il Cervinara però un problema da risolvere c’è, riguarda lo stadio “Canada”. I tempi per avere il fondo in sintetico sono lunghi e la soluzione obbligata è quella di cercare di sistemare al meglio l’attuale fondo in terra battuta. Un lavoro non facile con i quale si deve procedere anche ad un livellamento del terreno di gioco che non si tocca ormai da circa quarant’anni. Il presidente Ricci ed il sindaco Tangredi devono fare uno sforzo, muoversi per tempo per trovare una soluzione accettabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*