Audax Cervinara vs Vastogirardi: Ferraro prepara le contromisure per bloccare il gioco fisico degli avversari.

Lascati alle spalle i festeggiamenti, il Cervinara è impegnato anima e corpo nella preparazione della partita di ritorno di domenica al “Canada” contro il Vastogirardi. Dopo tre trasferte consecutive il Cervinara torna a giocare in casa per staccare il biglietto che porta alla finalissima per l’accesso in serie D. Prima però il Cervinara deve chiudere la pratica Vastogirardi, tenuto conto che come si sa niente è scontato, nel calcio tutto può accadere, spesso basta un episodio. Lo sa bene mister Pasquale Ferraro il tecnico cervinarese, nonostante la vittoria in terra molisana è ancora arrabbiato con i suoi, colpevoli di non aver approcciato bene la partita. Non è escluso che il giovane tecnico caudino lavori con il pensiero a qualche possibile novità per domenica. La scelta potrebbe essere presa anche in virtù della squadra avversaria, il Vastogirardi visto in campo ad Agnone ha cercato di sfruttare le sue caratteristiche fisiche per mettere in difficoltà i più tecnici biancoazzurri. E’ stata una sorpresa per tutti vedere il Vastogirardi marcare a uomo, soprattutto sui centrocampisti Calandrelli e Fusco, e poi su Russolillo, anche raddoppiato se non triplicato. Quasi che il mister del Vastogirardi Alessandro Grossi conoscesse nel dettaglio le caratteristiche di squadra e giocatori cervinaresi. Un fatto questo che ha aperto un dibattito, quasi ad ipotizzare che ci sia stata una “talpa” che abbia relazionato l’allenatore molisano per filo e per segno. Fantasia o realtà che sia resta il fatto che il Cervinara la partita l’ha vinta, e che Pasquale Ferraro ha subito trovato le contromosse. I fatti hanno dimostrato che nonostante tutto la squadra ha costruito diverse palle gol, e che il portiere cervinarese De Luca non è stato quasi mai impegnato. A patire la fisicità degli avversari è stato soprattutto il giovane Calandrelli, per la verità anche poco tutelato dall’arbitro che ha sorvolato su entrate al limite, per cui Ferraro è ovvio che preparerà le contromosse, anche se appare improbabile che il Vastogirardi adotterà la stessa tattica, visto che è costretto a recuperare. Per cui ci si attende uno modulo più offensivo con l’innesto di David Masciantonio dal primo minuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*