Avellino. Ancora un rinvio per le candidature alla segreteria del Pd.

Si va avanti di rinvio in rinvio. Le candidature alla segreteria per il congresso provinciale del partito democratico irpino dovevano essere presentate ieri, lunedì due di ottobre. Ancora una volta, però, il commissario straordinario David Ermini ha congelato tutto ed ha rinviato la presentazione di due settimane. Con questa tempestica, quindi, il congresso si dovrebbe svolgere il sei di novembre, Ma è solo una ipotesi, Ermini ha spiegato che queste due settimana serviranno a esaminare, dettagliatamente, la questione dei nuovi iscritti. In provincia di Avellino, infatti, in soli due giorni sono state sottoscritte 3600 tessere. Un dato che il commissario giudica anomalo e, per questo motivo, ha chiesto aiuto anche ai funzionari nazionali del partito. Ciò significa che la decisione su chi dovrà fare parte della platea congressuale non verrà presa da solo. Nella giornata di ieri, Ermini è tornato in via Tagliamento proprio per sancire l’ennesimo rinvio. Ricordiamo che il partito è senza segretario dal gennaio del 2016 e doveva celebrare il congresso lo scorso mese di luglio, invece, ora si arriva a novembre. Sembra proprio che non possa terminare questa impasse senza fine, dove in tanti sono interessati alla conquista del partito e per farlo, alcuni, sono pronti a mettere in campo metodi non certo ortodossi. Sempre nella giornata di ieri, il commissario straordinario ha fatto in tempo ad incontrare i responsabili di circolo di Sant’Angelo dei Lombardi e Rotondi. Si tratta solo di due dei comuni dove si sono registrate quelle che vengono considerate anomalie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*