Avellino. Arrestato dopo più di due anni di latitanza Zarko Bacalanovic

E’ finita a Corigliano la latitanza di Zarko Bacalanovic, 35 anni, che nel maggio del 2015 mise a segno una rapina a mano armata in casa di una coppia di coniugi di Avellino. Il 35 enne che agì in compagnia di altri due banditi si fece consegnare soldi ed oro, e si diede alla fuga sull’A/16 a bordo di una Bmw serie 5 ma venne intercettato dalle auto delle forze dell’ordine, non si fermò all’alt e contromano percorse il tratto autostradale fino a Candela. Gli agenti della polstrada per evitare incidenti chiusero il tratto autostradale. A Candela i banditi abbandonarono l’auto e si diedero alla fuga a piedi. Due componenti del commando quali autori della rapina pluriaggravata vennero identificati. Uno dei due risultò già detenuto nel carcere di Poggioreale, mentre il 35enne serbo fu intercettato presso un campo rom di Acerra. Durante l’operazione di cattura i residenti della tendopoli si scagliarono contro gli agenti, rallentando l’intervento al punto che l’uomo ebbe il tempo di fuggire. Ora si cerca il terzo bandito, per ora sconosciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*