Avellino-Cagliari una sfida particolare.

tacconeLa classifica del campionato di serie B potrebbe essere modificata dalle decisione del Tribunale Federale che dovrebbe dare un punto di penalizzazione al Lanciano per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza. Si avvicina intanto laprossima giornata di campionato che vedrà in Avellino-Cagliari un anticipo attesissimo e dall’esito incerto. In casa Avellino ieri ha preso contatto con i nuovi compagni l’attaccante portoghese Joao Silva che ora è in attesa del trasfer. Tesser ancora una volta dovrà fare i conti con l’infermeria per scegliere gli uomini da schierare in mediana. Il tecnico dovrà rinunciare a capitan D’Angelo ancora fermo per il problema al costato e che appare difficilmente recuperabile anche per la sfida di Novara. Da verificare le condizioni di Arini che lamenta un problema ad una caviglia. Appare scontata la conferma del 4-3-1-2 modulo che riesce ad esaltare le qualità degli attaccanti biancoverdi. Potrebbe esordire anche Marco Migliorini come centrale difensivo. In casa Cagliari, mister Rastelli ha tutta la rosa a disposizione ed avrà solo l’imbarazzo della scelta e potrebbe anche decidere di schierare dal primo minutol’ultimo acquisto, il centrofcampista centrale Antonio Cinelli prelevato dal Vicenza. La gara con il Cagliari è una di quelle che il presidente Walter Taccone vuole vincere visto che sulla panchina dei sardi siede quel Massimo Rastelli che in estate ha fatto infuriare non poco il patron biancoverde. In entrambe le formazioni ci sono tanti ex, anche Tesser si puo’ considerare tale visto che ha allenato il Cagliari nella stagione 2005-2006 venendo esonerato poi dall’allora presidente Massimo Cellini. I precedenti tra le due formazioni parlano di 6 pareggi, 7 vittorie per i sardi mentre i successi dell’Avellino sono tre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.