Avellino. Convocato il consiglio comunale per il 4 settembre

I rapporti con le altre forze politiche sono sempre più tesi. Le accuse, rivolte alla vecchia maggioranza e all’allora opposizione dal sindaco Ciampi, di aver banchettato insieme sulle pelle dei cittadini di Avellino, non aumenta di certo il suo consenso. Il primo cittadino ed i consiglieri cinque stelle sono sempre più isolati e per governare ci vuole il consenso dell’aula. Non solo non ci sono i numeri ma Ciampi non fa nulla per presentare proposte condivise. Tanto che in queste ore, si parla anche di non votare il bilancio per procurare lo scioglimento del consiglio comunale e chiamare gli avellinesi alle urne nella primavera del 2019, in concomitanza con le europee. L’ipotesi è in campo ma non non dovrebbe essere praticabile, per questioni di opportunità politica. Il commissario ad acta presenterà il bilancio in aula dopo il 20 di settembre,a sole due settimane dalle elezioni provinciali Se l’aula lo dovesse bocciare, il consiglio si scioglierebbe ad horas ed i consiglieri comunali non potrebbero votare per eleggere il presidente di palazzo Caracciolo ed i dodici membri del parlamentino. Bisogna tenere presente che i consiglieri comunali di Avellino, in questa speciale tornata, sono una sorta di grandi elettori. Il loro voto vale anche venti volte di più rispetto agli altri consiglieri comunali, a causa del consenso ponderato. Molto alta la probabilità che qualcuno di loro possa essere eletto consigliere provinciale, mentre possono far vincere un candidato presidente rispetto ad un altro. Tutta questa forza di interdizione sparirebbe se il consiglio fosse sciolto. Così, non dovrebbe essere il bilancio a provocare la fine di Ciampi. Ma se dovesse essere dichiarato e votato il dissesto, i suoi margini di manovra sarebbero ancora più ridotti. Sarebbe necessario trovare dei punti in comune e tentare di portarli in porto e poi ridare la parola agli elettori. Intanto, il consiglio comunale è stato convocato dal Presidente Ugo Maggio in prima convocazione martedì 4 settembre alle 17.30, in seconda giovedì 6 settembre, sempre alle 17.30. Gli argomenti all’ordine del giorno sono: comunicazioni del sindaco; nomina revisori dei Conti 2018-2021; linee programmatiche di mandato 2018-2023; nomina componenti commissione per aggiornamento Albo Giudici Popolari; determinazione criteri di nomine rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni, ai sensi dell’articolo 60 comma 2 dello statuto comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.