Avellino-Cremona sfida per il terzo posto.

La sconfitta prima o poi doveva arrivare. In casa Scandone non si fa certamente un dramma per la battuta di arresto contro la Manital dell’ex Vitucci. La Scandone ha pagato un atteggiamento che poco ha rispecchiato quanto la fama che i bianco verdi si erano costruiti nelle precedenti dodici giornate in cui erano arrivate altrettante vittorie. Farne un dramma potrebbe rivelarsi controproducente considerando che domenica al Paladelmauro si giocherà un match importantissimo per la lotta per il terzo posto che la Scandone ha ingaggiato con la Vanoli Cremona ormai da qualche settimana. Il terzo posto è importante perché cambia il lato del tabellone e inoltre offre la facoltà di scegliere contro chi giocare. Per la squadra di Sacripanti la migliore occasione per riscattare la sconfitta di Torino è offerta dalla sfida contro l’altra rivelazione di questa stagione che domenica sera ha mostrato i muscoli nel derby contro Cantù battuta dopo due tempi supplementari. Un match che ha ulteriormente confermato la forza del team allenato da un altro ex biancoverde, Cesare Pancotto. L’anticipo della 27 esima giornata metterà di fronte due avversarie che potranno contare sulla gran qualità dei due roster. La gara si deciderà soprattutto nel duello fra giocatori che occupano il perimetro. Senza Luca Vitali nella Vanoli i compiti in attacco li avranno Mc Gee, Turner e Washington da una parte cosi come dall’altra il rendimento di Ragland e Nunnaly. Una cosa appare certa è che Avellino e Cremona daranno vita ad una bella pagina di basket

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*