Avellino: elezioni amministrative all’insegna della frammentazione delle liste.

Un centro sinistra diviso in tre tronconi, un centro destra , dove Forza Italia, chiede un tavolo regionale ed Il Movimento Cinque Stelle che cerca di ricompattarsi. Sullo sfondo poi, il profilarsi di altre liste civiche. Appare ancora abbastanza caotica la situazione politica nella città di Avellino, quando mancano 11 giorni alla presentazione delle liste. Il partito democratico ha individuato come candidato sindaco del centro sinistra Luca Cipriano, una scelta che è stata, duramente, contestata dalla componente che fa capo ad Umberto Del Basso De Caro e da alleati come i popolari di De Mita e articolo uno di Francesco Todisco. I decariani che fanno parte dell’assemblea regionale hanno chiesto di non assegnare l’uso del simbolo, per un candidato che alle scorse elezioni amministrative, al ballottaggio, si schierò con Ciampi del Movimento Cinque Stelle. Tra i popolari, invece, si è, oramai, consumata la frattura che vede da una parte il consigliere regionale Maurizio Petracca che sostiene Cipriano e dall’altra Giuseppe De Mita. I popolari di De Mita potrebbero scegliere di appoggiare il centro sinistra alternativo che si sta costruendo con delusi del pd, forze di sinistra, e che potrebbe essere guidato o da Antonio Gengaro o da Enza Ambrosone. Non si è mai fermato, invece, Gianluca Festa che ai prepara a candidarsi a sindaco, con l’appoggio di alcune liste civiche. Anche il centro destra appare diviso, tanto che il coordinatore cittadino di Forza Italia, Sbrescia chiede un tavolo regionale per risolvere le divisioni con Primavera Irpinia di Sabino Morano. Il movimento, molto vicino alla lega di Salvini, ha indicato come candidata a sindaco l’avvocato Biancamaria D’Agostino, mentre gli azzurri sarebbero orientati su Dino Preziosi. Si cerca una mediazione anche nel movimento cinque stelle tra Tiziano Guidi e Fernando Picariello che hanno presentato la propria bozza di lista sulla piattaforma Rouessau. La deputazione grillina si è appellata a due aspiranti candidati a sndaco per cercare una sintesi e, a quanto pare, Guidi e Picariello hanno avuto dei primi incontri. Oltre a questi schieramenti, molto probabilmente, ci saranno altre liste civiche. La frammentazione sembra essere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.