Avellino. Foti, Galasso ed altri saranno processati per Piazza Castello.

E’ stata fissata al 27 settembre 2017 la prima udienza sul caso di Piazza Castello che, al termine della fase preliminare del processo – conclusasi nella giornata di ieri, 11 maggio – vede indagati per omissione di atti di ufficio l’attuale sindaco di Avellino Paolo Foti, l’ex primo cittadino Giuseppe Galasso, i dirigenti comunali Luigi Cicalese, Franco Tizzani, Carlo Tedeschi e Fernando Chiaradonna, mentre non luogo a procedere è stato sancito per Florinda Passarelli, titolare della ditta Cogepa, precedentemente iscritta nel registro degli indagati per deposito non autorizzato di rifiuti pericolosi. L’indagine sullo stato di degrado e di abbandono di Piazza Castello, fu avviata nel 2012 a seguito di analisi ambientali inizialmente promosse dallo stesso Comune di Avellino, che certificarono il rischio sanitario scaturito dalle condizioni in cui versava l’intera zona, all’interno della quale furono rinvenuti rifiuti di ogni genere assieme a materiali di scarto edilizio contenenti amianto. Una vera bomba ecologica nel cuore della città, per la quale adesso si analizzeranno eventuali responsabilità ed omissioni. La fase dibattimentale inizierà dopo l’estate, davanti al collegio presieduto dal giudice Francesca Spella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*