Avellino, Foti non convince maggioranza.

paolo-foti-sindaco-di-avellinoTutto è rimandato a lunedì sera. La relazione del sindaco di Avellino Paolo Foti ed il relativo dibattito si sono prolungati sino a tarda sera e, quindi, è stato deciso di rinviare la votazione sul bilancio a dopodomani. A quanto sembra, anche se non sono mancate forti critiche da parte pure dai consiglieri di maggioranza, il sindaco non dovrebbe temere di essere mandato a casa. La maggioranza, in un certo senso, si è ricompattata ma molti hanno chiesto il conto soprattutto del rimpasto, Del resto, in aula si sono presentati l’ex vice sindaco La Verde e l’ex assessore Giordano, che sono stati salutati dagli applausi dei colleghi. Naturalmente, il sindaco è stato duramente contestato dalle minoranze,anche perché, a loro parere, la relazione programmatica è l’ennesimo elenco di cose da fare. Un elenco che Foti presenta al consiglio, puntualmente, ad ogni crisi. Non solo, il sindaco non ha spiegato per nulla il perché del rimpasto e, quindi, è stato chiesto di riportare i cittadini alle urne. Il vero dilemma, però, stava nel comportamento dei consiglieri di maggiorana, visto che la prima seduta era andata deserta per mancanza del numero legale. La sensazione è che, alla fine, una mediazione è arrivata e si eviterà di bocciare il bilancio, Soprattutto sono rientrati i tre consiglieri vicino al presidente dell’assemblea regionale, Rosetta Dì Amelio, e, quindi, Foti dovrebbe superare anche questo ostacolo, In realtà, però, il consiglio resta diviso ed ogni volta che si andrà in aula non sarà per nulla semplice far passare i provvedimenti della giunta. In tutto questo, il partito democratico, sembra continuare ad essere vittima degli eventi e non è in grado di prendere una sola inziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*