Avellino, meno chiacchiere e piu’ risultati.

L’Avellino deve voltare pagina, anche se il comportamento della società francamente non ha convinto. Voler negare l’evidenza, che la stagione dell’Avellino fino a questo momento è stata fallimentare, francamente non appare una buona difesa. Lo spogliatoio biancoverde è in pieno caos e l’aver mandato via Attilio Tesser, non ha certamente migliorato la situazione anzi. L’Avellino ha rimediato al Francioni di Latina, una lezione pesante, con i giocatori che sembrano ormai aver staccato la spina e questo comportamento non è stato gradito per nulla dalla società. Ora è il momento di fare fronte comune anche perché la situazione è difficile e la squadra vista in campo contro il Latina, rischia davvero di ritrovarsi invischiata nella zona play out. Il cammino dei lupi in questo girone di ritorno è da dimenticare, infatti è una media da retrocessione. Cosa è successo nello spogliatoio e che fine ha fatto al squadra capace di mettere insieme sei vittorie consecutive. Ecco questo avrebbe dovuto spiegare ieri il diesse De Vito in conferenza stampa, ma ancora una volta si è evitato di affrontare i nodi che sono la cessione di Trotta e l’arrivo a gennaio di calciatori che francamente non hanno inciso per nulla sul rendimento della squadra. Il calendario di certo non aiuta l’Avellino visto che il prossimo impegno di campionato è contro il Pescara di Oddo, formazione che ha tutte le caratteristiche per espugnare il Partenio Lombardi. Dario Marcolin per la sfida contro i biancoazzurri recupera il terzino sinistro Visconti mentre non saranno del match gli infortunati Jidayi e Gavazzi. Dopo tre settimane di lavoro, i tifosi si attendono che si cominci a vedere in campo la mano del nuovo tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*