Avellino. Rischio di sovraffollamento di pazienti all’Azienda “Moscati”

All’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino un’unità di crisi permanente per far fronte a un’eccezionale situazione di emergenza. Dopo aver provveduto a elaborare un piano ad hoc per riorganizzare i servizi di emergenza-urgenza e di continuità terapeutica per il periodo estivo, il sopraggiungere di inattese concomitanze rischia di mettere l’Azienda nella condizione di non riuscire a garantire adeguate e tempestive risposte ai pazienti. Per scongiurare tale rischio, la Direzione Strategica dell’Azienda “Moscati” questa mattina ha istituito un gruppo di lavoro che, oltre a monitorare gli accessi alla struttura ospedaliera di contrada Amoretta, potenzierà le Unità Operative che potrebbero andare in affanno. La nota con la quale il Direttore Generale e il Direttore Sanitario dell’Asl Avellino hanno comunicato, nella serata di ieri, la sospensione, fino al prossimo 8 agosto, del servizio di Diagnostica per Immagini del presidio ospedaliero di Solofra e la conseguente sospensione di tutte le attività di emergenza-urgenza a causa “dell’improvvisa malattia di tre radiologi che ha determinato la criticità a garantire la presenza di un radiologo presso la struttura di Solofra” rappresenta solo l’ultima richiesta di supporto, in ordine di tempo, pervenuta all’Azienda “Moscati”. Il guasto, risalente a circa due settimane fa, di un angiografo in uso presso l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera “Rummo” di Benevento sta infatti già provocando il dirottamento dei pazienti ai quali è diagnosticato un infarto miocardico acuto (così come previsto dal piano regionale della Rete Ima) all’Azienda “Moscati”, in quanto centro Hub più prossimo. Numerosi, in questi ultimi dieci giorni, anche i trasferimenti di pazienti a contrada Amoretta dal Pronto Soccorso del presidio ospedaliero “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano Irpino per patologie ortopediche traumatologiche, soprattutto per fratture del collo del femore. E’ inoltre di ieri mattina la comunicazione pervenuta al Direttore dell’Unità operativa di Cardiologia della sospensione dell’attività cardiologica dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento per 15 giorni a partire da lunedì prossimo e il conseguente, prevedibile, aumento del numero di utenti ad Avellino. Tenuto conto di tutti questi fattori che potrebbero comportare un’affluenza di pazienti fuori dell’ordinario all’Azienda “Moscati”, già questa mattina l’unità di crisi ha concordato le prime contromisure da attivare per far fronte all’eventuale sovradimensionata richiesta di assistenza. Il tavolo operativo è costituito dai direttori e/o responsabili delle Unità Operative di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, Anestesia e Rianimazione, Centrale Operativa 118, Radiologia, Ortopedia e Traumatologia, Cardiologia, Chirurgia d’Urgenza, Patologia Clinica, Servizio Assistenza Infermieristica e Tecnica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.