Avellino. Riunito il Consiglio Comunale.

Si è riunito il Consiglio comunale di Avellino, in seconda convocazione dopo la seduta saltata nella giornata di ieri (venerdì 29 aprile) per mancanza del numero legale.
L’Assise si è aperta con una segnalazione del consigliere Giordano in merito alla spinosa questione dell’accoglienza migranti in città e in provincia e all’ipotesi di una tendopoli dove questi migranti dovrebbero essere ospitati. Il Sindaco Foti ha ribadito che questa soluzione è stata esclusa da diversi amministratori locali alla presenza del Prefetto. Il Primo cittadino ha inoltre annunciato che sarebbe stata individuata una struttura in città, non pubblica, che potrebbe ospitare una cinquantina di migranti. Lo stesso Sindaco ha comunque comunicato che qualsiasi decisione in merito verrà sottoposta all’attenzione della conferenza dei capigruppo per condividere insieme le soluzioni migliori che riguarderanno l’accoglienza dei migranti in cittá.
Si è poi passati a discutere del primo punto all’ordine del giorno su cui ieri ha avuto modo di relazionare l’assessore al bilancio Iaverone relativo all’approvazione delle tariffe Tari del 2016 e del Piano finanziario. Sulla questione sono intervenuti diversi consiglieri comunali, alcuni dei quali hanno ribadito l’importante lavoro svolto in materia anche dall’apposita commissione finanze e dalle altre commissioni coinvolte. Il primo punto è quindi stato approvato con i voti della sola maggioranza (la minoranza si è astenuta). 
Si è poi passati a discutere del regolamento per la disciplina dell’Imposta unica comunale (Iuc). A relazionare sempre l’assessore alle finanze Iaverone che ha chiarito i punti qualificanti del regolamento in questione. I consiglieri intervenuti si sono soffermati sull’importante lavoro di cooperazione svolto dalle commissioni consiliari e che hanno condotto a delle misure che certamente andranno a vantaggio dell’intera cittadinanza. Il regolamento Iuc è stato quindi votato all’unanimità dall’Aula.

Si è passati, infine, ad analizzare la mozione presentata dal consigliere Festa e da altri sull’utilizzo della struttura comunale di Rione Parco per l’istituzione di un centro cittadino di Protezione Civile e di una Casa del volontariato. A seguito di una breve sospensione richiesta dal capogruppo del Pd Ambrosone per approfondire la questione, si è diciso di rinviare la discussione sulla mozione in questione al prossimo consiglio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*