Avellino. Segreteria Pd: corsa a due Di Guglielmo-Ciarcia.

Si è cercato sino alla fine di trovare un accordo, di fare sintesi, di presentarsi al congresso con un candidato segretario unitario. Le posizioni, però, tra le varie correnti erano troppo distanti, anche perché in gioco c’è la candidatura a sindaco del comune di Avellino. Così, alla fine, saranno in due a sfidarsi per conquistare la segreteria di via Tagliamento. Si tratta di Giuseppe Di Guglielmo e di Michelangelo Ciarcia. Il primo è l’alfiere di un’area che comprende la presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio,gli ex deputati Valentina Paris ed Angelo D’ Agostino, il consigliere provinciale Gianluca Festa, Carlo Iannace, e l’ex presidente provinciale del partito Roberta Santaniello. Ciarcia, invece, è espressione di un fronte che schiera l’onorevole Umberto Del Basso De Caro, l’ex deputato Luigi Famiglietti, l’ex senatore Enzo De Luca e l’ex segretario provinciale del partito Carmine De Blasio. Sia Di Guglielmo che Ciarcia sono sostenuti da due liste a testa , per un totale di 320 candidati. Tra questi dovranno essere eletti gli ottanta componenti dell’assemblea provinciale che, a loro volta, eleggeranno il segretario provinciale. Le elezioni degli ottanta componenti dell’assemblea provinciale, avverranno il prossimo fine settimana, sabato 14 e domenica 15 aprile. L’assembla provinciale, invece, si riunirà sabato 21 di aprile ed in quella seduta eleggerà il segretario provinciale. .Sono giorni decisivi, quindi, per ridare, dopo oltre due anni, un segretario eletto a via Tagliamento, il quale, però, sarà chiamato a gestire la fase più complicata della vita del partito democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*