Avellino. Verso le Provinciali, pubblicato il decreto

Si entra nel vivo della competizione elettorale per eleggere il presidente della provincia di Avellino ed i dodici componenti del consiglio. Sull’albo pretorio della provincia di Avellino, così come stabilisce la legge, è stato pubblicato il decreto che illustra come partecipare alle competizione, come presentare le candidature, chi sono coloro che si possono candidare e come votare. Innanzitutto, bisogna ricordare che si tratta di due elezioni separate. Alla presidenza si possono candidare solo i sindaci di tutti i comuni irpini che, però, devono avere almeno 14 mesi di mandato ancora da espletare. Questo vuol dire che i primi cittadini dei comuni dove si voterà nella primavera del 2019 non potranno candidarsi. Ecco perché, ad esempio il presidente uscente Domenico Gambacorta che è anche sindaco di Ariano Irpino, non potrà ricandidarsi. Nella città del Tricolle, infatti, si torna alle urne nel 2019. Per presentare la candidatura è necessario raccogliere il 15 per cento di firme della platea elettorale, composta esclusivamente da sindaci e consiglieri comunali. La limitazione dei 14 mesi, invece, non sussiste per coloro che intendono candidarsi al consiglio provinciale, anche perché, a differenza del presidente che resta in carica quattro anni, i componenti del parlamentino restano in carica due anni. Così, sempre facendo l’esempio del presidente uscente, Gambacorta non si può candidare alla presidenza ma può concorrere per un posto nel parlamentino e così anche gli altri sindaci dei comuni dove si voterà nella primavera del 2019. I candidati consiglieri dovranno essere inseriti in apposite liste, composte da minimo sei persone e massimo dodici. La candidature vanno presentate il dieci e l’undici di ottobre, mentre si voterà il 31 di ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.