Avellino. Per vincere c’è bisogno di programmare e non di navigare a vista.

Attilio Tesser dunque avrà il compito di traghettare l’Avellino verso la salvezza. Il tecnico di Montebelluna, mandato via dalla dirigenza dopo la sconfitta con la Ternana è stato richiamato per cercare di rimediare ad una situazione che stava diventando davvero difficile. Sotto la guida tecnica di Dario Marcolin l’Avellino ha rimediato la miseria di un punto in cinque partite, precipitando alla soglia dei play out. Un compito non certo facile quello che attende il buon Tesser, che deve cercare di far risorgere giocatori che sono a terra fisicamente e moralmente. Anche contro il Trapani, Castaldo e compagni hanno dimostrato di aver ormai esaurito le batterie. Questa mattina Tesser ha diretto il suo primo allenamento ed ha potuto guardare negli occhi anche quei giocatori che gran parte hanno avuto nel suo esonero. Ora comunque è tempo di voltare pagina, il tecnico deve poter lavorare in tranquillità, e la società a cominciare dal presidente Taccone deve restare in silenzio, visto che richiamando Tesser ha dimostrato di avere avuto torto marcio il 21 marzo scorso. Ammettere di aver commesso tanti errori, come ha fatto il diesse De Vito certamente aiuta a rasserenare ma ora bisogna fare attenzione a non ripetere questi errori. Bisogna ora ritrovare l’umiltà nei propri mezzi e gli stessi giocatori devono fare un attento esame di coscienza. Al termine della stagione mancano cinque partite. La salvezza non dovrebbe sfuggire ma Castaldo e compagni dovranno cercare di dare il meglio anche per onorare quei tifosi che ancora credono alle favole. Per vincere c’è bisogno di programmazione e non dei proclami ad effetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*