Basket: Final 8 Coppa Italia; Avellino-Cremona 82-89

La Vanoli Cremona si è qualificata per le semifinali della Coppa Italia di basket battendo il Sidigas Avellino per 89-82 (32-40) nella prima partita della Final Eight a Firenze. Miglior marcatore dell’incontro è stato Rich Jason, che ha segnato 30 punti per Avellino. C’è grande amarezza in casa Sidigas dove si stenta a trovare una ragione per una partita così brutta come quella giocata contro la Vanoli Cremona. Male Fitipaldo, male Filloy, male N’Diaye, male Scrubb, malissimo Wells e Zerini. Si salvano solo Rich, Fesenko, D’Ercole e Leunen ma per andare avanti in Coppa serviva ben altro. Tocca a coach Pino Sacripanti commentare la disfatta.
«Dispiace tanto di aver perso alla prima. Dispiace per noi, per il lavoro fatto e la volontà messa. Dispiace per i tifosi. Siamo usciti e vuol dire che è stata più brava Cremona. Siamo partiti bene, abbiamo avuto due cali nella gara, la prima nella prima rotazione della partita e nel terzo quarto quando abbiamo smesso di far circolare la palla. Abbiamo anche sbagliato tanti liberi. Al supplementare pensavamo di farcela visto che siamo partiti con la voglia di vincere ma negli ultimi due minuti non siamo stati capaci di chiudere la partita. Nella prima rotazione siamo stati disastrosi, non siamo stati capaci di avere un approccio positivo. Abbiamo subito tanto in difesa con Fitipaldo. La rotazione ci ha dato poco, con i primi cinque abbiamo prodotto qualcosa di buono. Nel finale paghiamo in stanchezza. Mi prendo le mie responsabilità per le decisioni. Dovevamo essere più bravi a gestire le aspettative. Purtroppo dopo gli errori ci siamo depressi. Le aspettative sono state pesanti anche se non dimentichiamo che Cremona è una signora squadra. Abbiamo sbagliato tanto, tanti liberi, tanti tiri facili. Anche io ho preso un tecnico sinceramente immeritato». Grande soddisfazione invece nelle parole del coach di Cremona, Meo Sacchetti. «E’ stata una partita avvincente, sarò retorico ma quando dico che sono i giocatori a vincere le partite dico la verità. Abbiamo cominciato male, ci siamo presi tiri sbagliati e abbiamo subito molto Fesenko. Con Ricci abbiamo suonato la carica e poi nel secondo tempo ce la siamo giocata. Abbiamo difeso meglio di come facciamo di solito. Avellino ha fallito il tiro della vittoria ma nel supplementare penso che Cremona abbia meritato la vittoria».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*