Basket: Serie A; Avellino-Milano 75-82

La Sidigas resiste per 35′ alla capolista Armani, prima di arrendersi alla maggiore forza ed alle rotazioni più profonde degli ospiti. Finisce sul 75 a 82, ma Avellino non ha demeritato, conducendo il match per lunghi tratti. Sacripanti non ha potuto utilizzare Lawal, ed il solo Fesenko non è bastato ad arginare i lunghi ospiti, che hanno avuto il Pascolo il leader silenzioso, quello che ha messo dentro i punti decisivi per la vittoria. Eppure la Sidigas ha chiuso in vantaggio sia il primo (19/15) che il secondo periodo (37/34), grazie ad una buona difesa e ad attacchi che si sono spesso appoggiati sullo strapotere fisico di Fesenko (16 punti, 7 rimbalzi e 7 falli subiti), e sulle solite giocate di Rich, miglior marcatore della partita con 21 punti. Dall’altra parte Pascolo ha avuto un grande impatto sul match con i suoi 11 punti (4/5 da due e 1/1 da tre punti), oltre a 7 rimbalzi. L’Armani ottiene il primo vantaggio in apertura di terzo periodo (37/38 al 22′), subendo però la reazione della Sidigas, che al 25′ è ancora avanti sul 49 a 44. Qualche errore di troppo di Avellino consente ai milanesi di recuperare e di chiudere sul 54 a 57 la terza frazione. Scrubb pareggia con la tripla, ed al 35′ siamo sul 61 a 65, ma poi le energie della Sidigas finiscono, mentre l’Armani trova i canestri che la portano sul + 12 (65/77 al 38′). Nel finale Avellino trova ancora la forza di ridurre il distacco, con il match che si chiude sul 75 a 82.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.