Basket: Serie A; Avellino-Milano 80-68

Pur se priva di Cusin e con Ragland non al massimo della forma, la Sidigas mette sotto l’Armani fin dalle prime battute di gioco. I lombardi non riescono mai a mettere la testa avanti, subendo la precisione al tiro dalla distanza degli irpini, ed un Fesenko fenomenale, capace di chiudere il match con 20 punti, 11 rimbalzi, 11 falli subiti e 36 di valutazione. Ma è stata tutta la Sidigas ad eseguire alla perfezione il piano partita ordito da Sacripanti, che ha avuto tantissimo da tutti i suoi uomini. Nessuno si è risparmiato, con Obasohan, spesso in discussione, che ha giocato la sua migliore partita con la casacca biancoverde. Coach Repesa le ha tentate davvero tutte, ma nessuno dei suoi gli ha dato le risposte sperate. La Sidigas ha avuto anche 17 lunghezze di vantaggio (63/46 al 28′), riuscendo a respingere con lucidità i tentativi di Milano di recuperare il distacco. I soli 68 punti segnati dall’Armani sono il segno tangibile della grande difesa avellinese, capace di tenere a bada l’attacco milanese, il migliore del campionato per percentuale. La Sidigas si gode questo successo prestigioso, e manda un segnale alle concorrenti in vista delle Final Eight.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*