Basket: serie A; Caserta-Avellino 82-86

La Sidigas Avellino espugna il parquet di Caserta aggiudicandosi il derby campano e volando in classifica. Sono ormai ridotte al lumicino, invece, le speranze di Final Eight per la Pasta Reggia, sorpresa di inizio stagione che lentamente va ridimensionandosi. Ritmi alti nel primo quarto, con Caserta che prova subito la fuga grazie al duo Sosa-Watt (entrambi oltre i 20 punti a fine gara), arrivando anche al +12 (20-8). Avellino ha però un Ragland in più; l’ex Olimpia si scatena con 11 punti riducendo alla prima sirena il gap ad un possesso. Ragland ha la mano calda anche nel secondo quarto: la sua tripla dà il pari (25-25) alla Sidigas, che conquista il primo vantaggio con Leunen e va sul +7 (37-30) a metà tempo. Ora è Avellino a correre, la Pasta Reggia viaggia invece su marce troppo basse, complice il calo di Sosa; a scaldare il pubblico di casa pensa però l’avellinese Fesenko, che dopo il canestro del 43-39 appoggia la mano vicino all’orecchio in modo provocatorio guadagnandosi il fallo tecnico e i rimproveri di coach Sacripanti e di Ragland. Il vantaggio resta immutato per buona parte del terzo quarto, la Juve lentamente risale e nei minuti finali la gara si accende e va avanti punto a punto. L’ultimo quarto inizia con Zerini che piazza una tripla, Avellino va sul +6, ma qualche minuto dopo Giuri e Watt ristabiliscono la parità (75-75). Decisiva nel finale è la tripla di Green, Caserta non ha più la forza di rientrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*